The Body Book

cameroon

Cameron Diaz si mette a nudo e lo fa con un meraviglioso libro, The Body Book.
Chi meglio di lei potrebbe consigliarci come diventare sani, forti e felici attraverso i nostri corpi?
Del resto l’eterna signorina Diaz è da sempre stata un’appassionata della cura del corpo, sembra quasi non riesca a pensare ad altro.
Ecco alcuni curiosi consigli che potremmo decidere di seguire o meno leggendo il suo libro:

  • BodyBookSudore: “non credo per nulla nel deodorante. Fa davvero male. Io per esempio, non ne faccio uso da almeno 20 anni. Se puzzi è soltanto perché adoperi l’antitraspirante: trattiene all’interno tutto il cattivo odore”.
  • Pube: “i peli sul pube ci sono per un motivo. Fai quello che ti pare, sono affari tuoi: puoi raderti ogni giorno, farti la ceretta, crescerci un bonsai. Dico soltanto di non rimuoverli una volta per tutte con il laser”.
  • Glutei: “sono importanti perché ti aiutano a camminare, correre e saltare. Io li “alleno” sdraiandomi e portando un ginocchio al petto mantenendo una gamba distesa, e poi alterno”.
  • Alluci: “è importante saper ascoltare il proprio corpo, dai muscoli del collo e della schiena fino alle gambe, e perfino agli alluci. Mi chiedo se mi sento forte o debole… mi chiedo cose del tipo: quanto è stato facile arrivare a toccarmi la punta dei piedi?”.
  • Seno: “mia madre diceva sempre che quelli perfetti stanno in una coppa di champagne, e sono contenta che i miei siano rimasti piccoli. Sono la prova vivente che anche così si può arrivare lontano”.
  • cameroon2Stomaco: “pensavo di essere fatta così, ma detestavo quella sensazione di gonfiore. Mi faceva sentire di m… tutto il giorno. Così ho provato a eliminare i latticini per due settimane. Ed eccolo qui: lo stomaco piatto”.
  • Vagina: “pensiamo che sia all’esterno, ma invece è all’interno. E allora dico di prendere uno specchio e giocarci un po’. Addentrati e impara a conoscerla… Trattala come un bel fiore, prenditi cura di lei in tutte le possibili maniere”.
  • Curve: “da ragazzina ero tutta pelle e ossa, braccia e gambe. Venivo spesso presa in giro. Solo dopo ho capito che quel corpo scheletrico che avrei barattato per uno pieno di curve poteva con la disciplina giusta, crescere forte e potente”.

 

Like(1)Not Like(0)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *