Per Natale regalati uno Chanel

ChanelQuando si parla di sobrietà ed eleganza, modelli senza tempo, fattura e alta qualità, c’è una casa di moda che viene subito in mente: Coco Chanel. Chi non sogna la classica borsa a tracolla di pelle d’agnello con la doppia C incisa sulla patella? Qualcuna è andata addirittura a scovarla nell’armadio della nonna. Oppure le eteree ballerine in pelle scamosciata beige e nera? O ancora abiti, cappotti e cappelli. Per sognare ancora meglio, la casa editrice Ippocampo ha recentemente pubblicato il libro Chanel – Sfilate: con 49,90 euro potrete regalarvi uno Chanel, e viaggiare con la fantasia, fra classici e rivoluzioni stilistiche.
Si tratta di un volume di 632 pagine, con la copertina realizzata in elegante tessuto nero sul quale è stato inciso a lettere d’argento il titolo. Raccoglie 1200 immagini di sfilate, dal 1983 al 2015, cioè da quando Karl Lagerfeld ha realizzato la sua prima collezione per Chanel, seducendo i media e dettando le tendenze della moda di tutto il mondo. È riuscito a prendere questa casa di moda per mano, trascinarla fuori dal suo mondo fatto di signore e signorine per bene, e gettarla negli anni Ottanta, rivoluzionando tessuti, colori, forme. Come Coco Chanel negli anni Venti pensò alle esigenze delle donne del suo tempo, sostituendo i sontuosi e scomodi abiti femminili con modelli più semplici e lineari, anche Lagerfeld rispose alla voglia di osare e mescolare tipica delle donne degli anni Ottanta.

Il volume si apre raccontando il 25 gennaio 1983, giorno in cui la prima collezione firmata Lagerfeld fece la sua apparizione nei discreti saloni del 31 di rue Cambon. «Tutti si chiedevano come avrebbe fatto l’uomo dal ventaglio, il creatore di una moda fluida e floreale come quella di Chloé a liberarsi dalla trappola in cui si era cacciato: assumere l’eredità di una leggenda della moda». Un’eredità che però ormai stava ammuffendo, lo stesso Lagerfeld disse: «la gente tende a dimenticare che a un certo punto Chanel era morto e sepolto. Lo portavano solo le mogli dei medici del XVI arrondissement». C’era bisogno di una scossa e anche forte, e Lagerfeld è stato geniale nell’assumersi il rischio.
ChanelChanel – Sfilata passa in rassegna tutte le collezioni, organizzate cronologicamente e introdotte da un breve testo che ne rivela gli influssi e i punti di forza. Fino ad arrivare ad oggi, quando al passato si guarda con un occhio di nostalgia e si cerca di recuperare alcuni classici, rivisitati in chiave moderna: la giacca tailleur Chanel, reinventata in versione diritta con spalle squadrate che crea un effetto tridimensionale, realizzata al laser, è stata il punto di forza dell’haute couture autunno/inverno 2015-2016.
Questo volume diventerà il punto di riferimento dei professionisti della moda o di chi ha semplicemente una passione per Chanel. Il perfetto regalo da fare a se stessi, da impacchettare e spacchettare come se nulla fosse la mattina di Natale. E magari, se avete fatto veramente le brave, sotto l’albero troverete anche un inaspettato pacchetto con la doppia C.

Image source: ippocampoedizioni.it

Like(2)Not Like(0)
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someoneShare on TumblrPrint this pageShare on LinkedIn

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *