La milanese imbellita per un 2018 più chic!

Se tra i buoni propositi per l’anno nuovo spiccano uno, o più, dei seguenti fioretti – prendermi cura del mio corpo, rinfrescare il guardaroba con pezzi chic, andare a teatro almeno una volta al mese, dimagrire – il consiglio è uno: copiate “le milanesi”, sempre un passo avanti quando si parla di stile e tendenze. Un libro, La milanese imbellita, di Alice Abbiadati e Alice Rosati è il manuale di riferimento per un cambio radicale e vi viene incontro con consigli ad hoc. Regole di stile, beauty tips e indirizzi da insider vi aiuteranno a perfezionare il delicato equilibrio tra eleganza, charme e cultura. Il tutto condito con una buona dose do auto ironia.

Qui, vi regaliamo delle piccole anticipazioni. Perché che viviate a Milano, Roma o Canicattì, nessuno può vietarvi di essere meneghine dentro!

  • La milanese indossa sempre lo stesso profumo: per lei è un segno di riconoscimento. In fatto di fragranze evita le più pubblicizzate a meno che non si tratti di Chanel N°5 o Narciso Rodriguez.
  • Se parliamo di moda, ricordate: black is the new black. Alternabile con nuance neutre: blu scuro, grigio, La Milanese Imbellitatortora, bianco d’estate. Per quanto riguarda le griffe la regola è: il logo c’è ma non si vede. Bando al marchio in vista, così pacchiano!
  • Altri divieti: i collant color carne, le paillettes, il piumino (al massimo è concesso quello sottile di Uniqlo da nascondere sotto al cappotto).
  • La fast-piega dal cinese dietro l’angolo è consentita mentre sono bandite le tinte visibili, boccoli ed orrori degli orrori le extension.
  • La milanese passa dall’aperitivo alla cena, 7 sere su 7. Ma non ingrassa. Il segreto? Quando è fuori non mangia, stuzzica. Il rituale dell’aperitivo può essere sostituito da un happening culturale: teatro, balletto, vernissage. Occasioni perfette per abbordare un Milanese imbellito. Perché, notate bene, la vera Milanese non è iscritta ad alcuna app di dating!

Pronte a diventare delle Milanesi ad hoc?

Image Source: Instagram

Like(2)Not Like(0)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *