Kent Haruf: identikit di un fenomeno

Kent Haruf

Kent Haruf

Nel mondo dei libri è esploso un nuovo fenomeno, nome di battesimo Kent Haruf. Tutti lo vogliono, tutti lo cercano, tutti lo leggono. In Italia è stato portato dalla casa editrice NNE, un piccolo editore indipendente milanese, nato nel 2015, che con la scoperta di Haruf, come si dice in questi casi, ha fatto veramente “il botto”. Le pubblicazioni, per quanto riguarda il nostro paese, sono tutte postume, in quanto Haruf ci ha lasciato il 30 novembre 2014.
L’opera più famosa di questo scrittore è Trilogia della pianura, composta da: Canto della pianura, Crepuscolo, Benedizione. Questo è l’ordine cronologico in cui l’opera è stata composta, che NNE ha preferito non seguire; nelle nostre librerie è apparso per primo l’ultimo volume, Benedizione, a seguire primo e secondo, Canto della pianura e Crepuscolo. Una scelta motiva, in quanto Haruf si è a loro rivelato proprio attraverso Benedizione, da cui la scelta di leggerlo, e quindi pubblicarlo, interamente.
Ambientata a Holt, la trilogia ci racconta un microcosmo di uomini e donne, di vita. Nel primo volume, Victoria Roubideaux a sedici anni viene cacciata di casa quando la madre scopre che attende un figlio. La sua vita si lega così indissolubilmente a quella dei fratelli McPheron, che la accolgono nella loro fattoria. Proseguendo con il secondo capitolo, ritroviamo alcuni personaggi, come i fratelli McPheron invecchiati, che devono ridefinire la loro vita senza più Victoria, ormai al college; ma conosciamo anche nuovi e interessanti abitanti di Holt. Infine, l’ultimo volume risulta più slegato rispetto ai precedenti: sempre ad Holt, Dad Lewis si prepara ad affrontare un Kent Harufultima estate, accompagnato dalle cure amorevoli della moglie e delle figlie, ma nasconde molti segreti nel suo passato, che potrebbero ritornare a galla in questo momento di debolezza.
Di Haruf si può leggere in italiano anche Le nostre anime di notte, un racconto commovente, storia di due persone che si amano e lottano contro i pregiudizi e le malelingue.
Attraverso la lingua viva di questo scrittore, conosciamo il lato più dolente dell’America di oggi, raccolta in romanzi che sembrano quasi delle vecchie ballate country. Il merito va ad NNE, senza il loro lavoro non avremmo mai potuto conoscere un autore fondamentale nel panorama americano.

Ora che sapete tutto di questo scrittore, in che ordine leggerete la sua opera?

Image Source: Facebook, Instagram.

Like(1)Not Like(0)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *