Il mio nome e il suo: in autunno in libreria

«Come ogni giorno quel martedì andammo tutti a scuola. Ma non tutti tornarono.» A parlare è Zach Taylor ilil mio nome e il suo piccolo protagonista e narratore di questo romanzo. Il mio nome e il suo, di Rhiannon Navi, edizione Ponte alle grazie, è una storia che racconta l’infanzia spezzata dai colpi di fucile di un ragazzo problematico. Lo troverete fra gli scaffali delle librerie a partire dal prossimo autunno.
Il mio nome e il suo è ambientato in una piccola e tranquilla cittadina statunitense. Ma fin dalle prime pagine capiamo che è arrivato una terribile mostro a rompere la sicurezza della McKinley, la scuola elementare del luogo. Zach ha sei anni, frequenta la prima, è in classe con i suoi compagni e la maestra Russell quando dal corridoio arrivano degli strani rumori: pop pop pop. La signorina Russell si affaccia alla porta dell’aula per capire cosa sta succedendo. E subito un’imprecazione, la paura: di corsa tutti nell’armadio. Ma i pop pop pop, continuano, aumentano e poi il silenzio. È arrivata la polizia, per il mio nome e il suofortuna Zach è salvo, viene condotto dagli agenti fuori dalla scuola e nella vicina chiesa, dove gli alunni spaventati aspettano i genitori.
Eppure la tragedia non è finita. Finalmente in chiesa arriva la mamma di Zach, si abbracciano, e poi la terribile domanda: «Zach dov’è tuo fratello?». Perché in quella scuola non c’era solo Zach, ma anche Andy, il fratello maggiore. E di nuovo la paura. La corsa in ospedale e poi la terribile notizia: Andy è rimasto ucciso nella sparatoria. Uno turbine nero avvolge la famiglia Taylor. La disperazione, il lutto, la rabbia e le recriminazioni. La mamma e il papà di Zach hanno perso tutto. Ma Zach è ancora vivo e ha bisogno dei suoi genitori, anche più di prima.
Il mio nome e il suo è il romanzo di esordio di Rhiannon Navin. Una storia molto attuale, che ci ricorda alcune tristi vicende di cronaca accadute negli Stati Uniti. Ma qui la violenza non è raccontata dalla voce di un adulto, ma attraverso gli occhi innocenti di un bambino, che suscita la totale empatia del lettore.
Segnatevi il titolo e l’autrice e in autunno correte in libreria ad acquistarlo!

Image Source: Google Images

Like(1)Not Like(0)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *